Per l'umidità del suolo e il controllo dell'irrigazione

Quanti sensori per area di irrigazione?

Per regola, all´aumentare del numero di punti di misura e di profondità, la base su cui prendere decisioni sull'irrigazione sarà sempre più solida. D'altra parte, però, i costi derivati dalle operazioni di misura devono continuare a essere ragionevoli.

Una soluzione attendibile è l´uso di tre punti di misurazione, ognuno dei quali ospita due sensori. In ogni punto di misurazione si dovrebbe installare un sensore nella zona principale delle radici e l´altro sotto questa zona. In totale sono necessari sei sensori di umidità del suolo per il controllo di un'unità di irrigazione. Realizzando la media dei dati ottenuti dai sensori nella stessa sezione di suolo, si potranno prendere decisioni sull´irrigazione. I valori anomali sono esclusi. Se uno o più sensori mostra costantemente valori discrepanti, si dovranno cambiare i punti di misurazione.

Le grandi aree da irrigare sono spesso suddivise in più lotti di minore estensione che sono irrigati in successione. Supponendo che le condizioni del suolo sono abbastanza uniformi in tutta la zona e che le piante coltivate sono della stessa specie e di età similare, si sceglierà un lotto per il controllo dell´irrigazione e per realizzare le misurazioni. Il risultato sarà applicabile a tutti i lotti dell´area.

Dove dovrebbero essere collocati i sensori?

Disposizione dei sensori FDR:

Platzierung der Sensoren

errato / Corretto

I punti di misurazione devono rappresentare le condizioni di umidità del suolo in tutta la zona, per questo motivo sono esclusi i valori dei lotti marginali. Il suolo nei punti di misurazione dovrebbe corrispondere alle caratteristiche del suolo prevalente sulla superficie. Inoltre, le piante nelle immediate vicinanze del punto di misurazione dovrebbe avere caratteristiche simili alla media delle piante nel campo, non troppo forte e non troppo debole. I tre punti di misura devono essere distribuiti in tutto il lotto per analizzare lo stato in differenti linee e a differenti distanze dalla fornitura di acqua.

È importante inserire i sensori sotto un gocciolatore dell'impianto di irrigazione, in modo da garantire la massima uniformità di umidità nel suolo.

L´istallazione dei sensori nel suolo

sensor-einbau 1

Le sonde di umidità sono installate nel suolo umido, non bagnato. Di solito, rimangono inserite per tutto il periodo di crescita della pianta. I tensiometri devono essere rimossi dal campo antecedentemente la prima gelata e conservati in un luogo asciutto. I sensori Watermark e i sensori volumetrici possono rimanere installati in campo durante tutto l´inverno.

Per l´installazione dei sensori, si aprirà un buco da 22 a 25 mm di diametro con la profondità di misura desiderata.Per la realizzazione del buco è consigliato utilizzare una trivella di tipo Pürkhauer, utilizzato anche per campionare il terreno.
Per l´installazione dei tensiometri e sensori Watermark mischieremo il suolo estratto con acqua fino a formare una pasta spessa. In seguito, una piccola parte di questa pasta sarà introdotta nell´apposito foro del sensore che viene introdotto nel terreno delicatamente, in modo da ottenere un buon contatto tra il sensore e il terreno circostante.

sensor-einbau 2

I sensori ECH20 sono installati a secco, vale a dire, viene scavata una piccola cavità nel terreno e il sensore viene spinto all´interno delicatamente fino alla profondità desiderata (installazione orizzontale) oppure il sensore viene inserito dall´alto attraverso un foro e spinto nel terreno esercitando una delicata pressione con un tubo di gomma.

In ogni caso, durante l´installazione si deve cercare di ottenere un contatto totale tra il sensore e il suolo circostante.

Quando eseguire le misurazioni?

sensor-einbau 3

I sensori di umidità a lettura manuale dovrebbero essere controllati ogni giorno alla stessa ora. Dopo un evento di irrigazione, occorre un certo tempo , prima che l´acqua sia distribuita in tutto il volume del suolo. Pertanto, in sistemi di misurazione senza l´acquisizione dei dati, i sensori possono essere letti diverse ore dopo l´evento di irrigazione, per verificare quanto in profondità l´acqua ha bagnato il suolo o, in altre parole, per constatare se si sta utilizzando un´appropriata quantità di acqua negli eventi di irrigazione.

Punti a cui prestare attenzione quando si misura con:

Tensiometro

sensor-einbau 4

Quando si lavora con i Tensiometri, la lunghezza dell´asta del tensiometro riempita d'acqua (cm) deve essere sottratta al valore visualizzato (hPa / mbar), per ottenere il valore effettivo della misurazione.

Sensori Watermark

sensor-einbau 5

I sensori Watermark indicano il potenziale idrico in centibar. Un centibar corrisponde a 10 hPa o a 10 mbar. Dato che il risultato della misurazione con sensori Watermark è leggermente influenzato dalla temperatura del terreno circostante, Irrometer offre dei dispositivi di lettura con la compensazione automatica del valore misurato. Per maggiori informazioni si consulti il capitolo "Watermark".

Sensori volumetrici - TDR/FDR

Quando si eseguono misurazioni con sensori volumetrici, è essenziale prendere in considerazione la tipologia del suolo. Nel caso in cui le caratteristiche e le proprietà del terreno sono note, i sensori volumetrici forniscono un risultato esatto sullo stato delle acque e le esigenze di irrigazione. Alcuni strumenti stabiliscono anche la quantità di acqua in mm da applicare ogni irrigazione. Per maggiori informazioni si consulti il capitolo "Sensori volumetrici".

Come interpretare i valori misurati?

Sensori nella zona principale delle radici:

Il sensore nella zona principale delle radici permette di stabilire quando avviare il sistema di irrogazione. Questo sensore dovrebbe variare nel range ottimale di umidità del suolo per il tipo specifico di coltura e lo stato di sviluppo. Il range ottimale è definito sia dal limite superiore e inferiore di potenziale idrico del suolo, p.es. da 80 a 300 hPa (v. Tensiometri, Watermark) sia dal contenuto percentuale di acqua, p.es. 20-26%, nel terreno (v. FDR). È normale che subito dopo un´applicazione, i sensori mostrino valori sotto la soglia minima, finché i sensori sotto la zona principale delle radici non mostra nessuna reazione.

Sensori sotto la zona principale delle radici

Sensori sotto la zona principale delle radici forniscono informazioni sulla durata e sulla quantità di acqua da applicare per ogni singola irrigazione.

Se la pianificazione dell´irrigazione è corretta, il valore registrato da questo sensore non dovrebbe mostrare reazioni alle applicazioni di acqua. Normalmente, questo sensore indica un valore molto simile a quello della capacità di campo. Se dopo un´irrigazione, il sensore registra una reazione rilevante (riduzione del potenziale idrico o aumento del contenuto volumetrico di acqua nel suolo) significa che la quantità di acqua somministrata è eccessiva e il suolo è inumidito anche sotto la zona principale delle radici.

Se durante tutto il periodo vegetativo, il sensore situato sotto la zona principale delle radici registra un continuo aumento del potenziale idrico del suolo (nel caso di sensori volumetrici, si registra una continua diminuzione del contenuto di acqua) significa che la quantità di acqua somministrata ad ogni irrigazione è tropo scarsa.

In ogni caso il suolo non deve mai rimanere umido, a qualsiasi profondità, oltre 100% della sua capacità di campo per un periodo prolungato di tempo (equivalente a valori di potenziale idrico inferiori a circa 80 hP ), le irrigazioni troppo frequenti o abbondanti causano la lisciviazione dei nutrienti e la mancanza di ossigeno nel terreno.

I vantaggi della continua acquisizione dati

Si dovrebbero archiviare per iscritto le letture giornaliere dell´umidità del suolo cosi come la quantità di acqua somministrata e creare un archivio elettronico dei dati; il confronto con i dati storici di irrigazione permette di ottimizzare tutte le operazioni di irrigazione con maggiore precisione.

Attraverso una corretta gestione dell´irrigazione, aumenta la produttività delle sue coltivazioni, ottimizza la qualità del raccolto e elimina i costi inutili nella produzione. Allo stesso tempo, aiuta a proteggere e conservare le risorse naturali.

 

per l´installazione di tensiometri e sensori Watermark sono disponibili video e istruzioni in differenti lingue nell´area download del nostro sito Web.

Strumenti per l´installazione dei tensiometri e dei sensori Watermark sono descritti in questo catalogo nella sezione "accessori".